Gli archivi del cuore

Vorrei poter custodire dentro una grande scatola tutte le variazioni delle pulsazioni del mio cuore, riunire quelle molteplicità emozionali che l’hanno plasmato.

Les archives du coeur, Personnes. Christian Boltanski

Il cuore, “l’universale mediazione che riunisce tutti gli uomini, e fotografa ogni individuo”, il concetto è di Christian Boltanski, artista francese, ma concretizzato da un miscuglio di razze, il suo vissuto porta il suo lavoro verso la memoria, la morte e la vita; l’emozione che ne viene. Chi ha provato sulla sua pelle la guerra dei popoli, è predisposto alla riflessione interiore.  Les archives du coeur (Gli archivi del cuore) raccoglie il suono del battito cardiaco di migliaia di persone provenienti da tutto il mondo; i battiti del cuore dell’umanità, lavoro ai confini della realtà, poiché per concetto all’inizio poteva sembrare utopistico.
Il suono conservato a futura memoria, contenuto in uno spazio condiviso da altri, in cui non sono identificabili le razze (cos’è una razza?), le religioni, neanche le età, o i colori dei capelli. Esso sembra essere uno, un pulsare che si modula sulla frequenza personale dell’individuo ma che conduce al totale esclusivo di quello che è dell’umanità.
Negli anni sono stati registrati sessantamila battiti di prevalenza provenienti dalla mostra “Personnes”, svoltasi a Gran Palais a Parigi, all’Armory a New York e poi all’Hangar Bicocca a Milano. L’azione permetteva ai visitatori di farsi partecipi dell’opera lasciando la registrazione del proprio battito del cuore.
Custode de Les archives du coeur dal 2010 è la Naoshima Fukutake Art Museum Foundation sull’isola giapponese di Teshima. Luogo remoto, museo volutamente “vuoto”, un bulbo bianco, che si armonizza con la natura e si concede a ospitare l’uomo e la sua storia, in silenzio.

Annunci

Informazioni su germogliare

Io mi ricordo di ieri. Vigorosamente penserò a domani, alla gioia condotta da un giorno nuovo. Io mi nascondo dietro al bianco e nero. Minuziosamente raccoglierò le sfumature dei colori, per farne scorta. L’anamnesi mi appaga e mi strazia.
Questa voce è stata pubblicata in arte, attualità, cuore, emozioni, felicità, riflessione, sorriso, storia, umanità, vita e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Gli archivi del cuore

  1. falconier ha detto:

    ora anche il mio  si è uniformato al battito dei cuori in archivio.

  2. IsaacSky ha detto:

    che iniziativa singolare e poetica ….  

    l'unione di tanti cuori mi fa pensare alle forze dell'atomo, a quelle della creazione per fusione degli elementi primordiali ed essenziali, insomma all'origine del tutto. 

    e pensare che passo tutti i giorni davanti all'hangar e non ne sapevo nulla …

  3. egle1967 ha detto:

    centinaia di cuori che battono insieme, appartenuti a chissà quali attimi e che alle mie orecchie giungono come un unico suono nel quale riconoscere anche il mio….è una delle idee più belle che abbia mai visto concretizzarsi in un opera contemporanea…un abbraccio cara

  4. ricominciamento ha detto:

    Falconier… è bene che sia così. piacere ritrovarti

    Isaac…l'origine di tutto, per questo va custodito in modo speciale.

    Proprio sotto il naso…quante cose distrattamente ci perdiamo, e magari ci sfiorano e neanche ce ne accorgiamo…ora sai, ma già è stato.
    Però il Giappone non è lontano per te.

    Egle. Arte, come arte dev'essere. Sorrisi per te

  5. xidor ha detto:

    Non conoscevo di questa esposizione che deve essere veramente suggestiva ed emozionante. Grande idea questa di tradurre l'idea dell'umanità in forma sonora così intima. Grazie.

  6. Annelu ha detto:

    Che bella e originale l'idea dell'archivio del cuore, mi piace molto. penso sarebbe bello un archivio individuale e collettivo insieme, dove ritrovare l'essenza di ciscuno e scoprirla simile o capatibile  alla nostra. Bisous…

  7. scudieroJons ha detto:

    Questo è il cuore di Ringo Starr. Per dare più ritmo.

    Nel mandartelo però mi devo dissociare dal mio stesso gesto,  perché recentemente ho dovuto criticare un abuso del ricorso alla retorica del cuore.
    Ciao : )

  8. ricominciamento ha detto:

    Xidor…ora sai…prepara le valigie e vai…da quelle parti tengono anche dei buoni corsi di yoga

    Annelu…un'opera sinfonica di battiti cardiaci…

  9. ricominciamento ha detto:

    Scudiero…il cuore è di Annette Messager, moglie di Boltanski…una coppia esperta in arte e in affari di cuore… giro a te, per l'ordine in giardino e per la musica del …ciao…

  10. laSusanna ha detto:

    Un post bellissimo

  11. Kinnor ha detto:

    Grazie per il tuo passaggio nel mio blog, che ricambio volentieri.
    E grazie per i tuoi sorrisi 🙂

    Ciao

    Kinnor

  12. iraida ha detto:

    Che meraviglia  ascoltare, oltre al proprio, il cuore degli altri ! E se imparassimo a farlo al di là della metafora?
    Iraida

  13. laSusanna ha detto:

    certo che è singolare l'idea di registrare il pulsare dei cuori

        

  14. Edoardoprimo ha detto:

    Ciao
    passo per augurarti dal profondo del mio CUORE
    un fine settimana splendido. Edo

  15. ricominciamento ha detto:

    Susanna. Con l'Arte ci è permesso fare tante cose, anche quelle impensabili ai più.

    Kinnor. Ciao 😉

    Iraida…iniziamo noi? ci proviamo?

    Edo…dal profondo del mio cuore, un sorriso per te. Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...