Eremita: abitante del deserto

Quale deserto è oggi quello in cui abita il nostro desiderio della compagnia nelle relazioni umane. Il deserto terreno di ricerca, dove l’epidermide si sfiora trasmettendosi variazioni di calore; scambiandosi vibrazioni in cui non è esclusivamente nel piacere fisico la destinazione; annusando, inalando odori che identificano l’altro a noi corrisposto e rincorso, per empatia. E questo deserto vitale che io lascio, momentaneamente, solo per poter meglio leggere l’animo umano, il mio e il tuo e il vostro, necessità di solitaria riflessione ciò che mi appartiene, spirito, carne.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Carlo Bevilacqua, Into The Silence. Progetto fotografico sugli eremiti del terzo millennio.

E ti vengo a cercare anche solo per vederti o parlare perché ho bisogno della tua presenza per capire meglio la mia essenza…questo sentimento popolare nasce da meccaniche divine, un rapimento mistico e sensuale mi imprigiona a te. Dovrei cambiare l’oggetto dei miei desideri, non accontentarmi di piccole gioie quotidiane, fare come l’eremita che rinuncia a sé… e ti vengo a cercare con la scusa di doverti parlare perché mi piace ciò che pensi e ciò che dici, perché in te vedo le mie radici. Questo secolo ormai alla fine saturo di parassiti senza dignità, mi spinge solo ad essere migliore con più volontà. Emanciparmi dall’incubo delle passioni, cercare l’uno al di sopra del bene e del male, essere un’immagine divina di questa realtà…e ti vengo a cercare perché sto bene con te.”  Franco Battiato

Yann Tiersen, La Dispute, The Third Eye Foundation

Annunci

Informazioni su germogliare

Io mi ricordo di ieri. Vigorosamente penserò a domani, alla gioia condotta da un giorno nuovo. Io mi nascondo dietro al bianco e nero. Minuziosamente raccoglierò le sfumature dei colori, per farne scorta. L’anamnesi mi appaga e mi strazia.
Questa voce è stata pubblicata in amicizia, amore, emozioni, felicità, filosofia, fotografia, pensieri, riflessione, sorriso, storia, terra, umanità, vita e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

21 risposte a Eremita: abitante del deserto

  1. massimobotturi ha detto:

    tanta profondità mi è necessaria, grazie

  2. gelsobianco ha detto:

    Questo è veramente un grande post!

    Questa tua profondità…
    Grazie.
    Che splendida musica.
    gb

  3. gelsobianco ha detto:

    Sono finalmente riuscita a vedere la foto di Carlo Bevilacqua
    Un sorriso
    gb
    “e ti vengo a cercare perché sto bene con te.” Franco Battiato
    Tutto perfetto.

  4. Egle1967 ha detto:

    Mi sento proprio cosi’ , e in questo deserto ci sei tu che leggi l’anima mia, quasi che tu l’abbia sentita urlare!
    Un abbraccio!

    • germogliare ha detto:

      Silenziosi accordi d’umanità.
      “L’empatia si sarebbe sviluppata perché mettersi nei panni dell’altro per sapere cosa pensa e come reagirebbe costituisce un importante fattore di sopravvivenza in un mondo in cui l’uomo è in continua competizione con gli altri uomini.” Geoffrey Miller (The mating mind)
      Abbracci stretti

  5. Riyueren ha detto:

    Foto meravigliose…che pace, che armonia, che luce ovunque, come emergono dal buio certi scatti della slide!.Un progetto stupendo, per noi che abbiamo così tanto bisogno di queste solitudini profonde. ben diverse dalla nostra.Grazie.

  6. germogliare ha detto:

    Sai che ho scoperto che c’è tanta gente che ha fatto questa scelta? e ogni tanto sarebbe salutare anche per noi provarci, per un po’, per rigenerarsi.
    Saluti

  7. Guido Mura ha detto:

    Sinceramente sono più rivolto a descrivere e interpretare l’eremitaggio involontario cui si riducono oggi tanti esseri umani nella realtà metropolitana che quello volontario e liberatorio che qualcuno sceglie, fuori da quella realtà, per meditare e trovare uno spirito altro con cui dialogare. Mi piace pensare che lo studio, la ricerca scientifica o filosofico-poetica, possano rappresentare degli spazi operativi di libertà e apertura all’inconoscibile da ricavarsi anche in questo nostro caos quotidiano.

  8. germogliare ha detto:

    Sono sicuramente due condizioni molto diverse che possono anche integrasi fra di loro. Nell’eremita è fondamentale la scelta di allontanarsi dalle dinamiche abitudinarie quotidiane e dalle “comodità” di questa civiltà, necessitando della volontà di ritrovarsi con la natura. Altra condizione è la meditazione che si sviluppa con la ricerca personale, all’interno di uno spazio operativo e relazionale, quest’ultima è una grande conquista dell’uomo che conosce la libertà di pensiero ancora prima di decodificarne i termini.

  9. stileminimo ha detto:

    Non vorrei dir cose scontate ma… mi sa che l’eremitaggio è cosa ottima se è una scelta…. e se è quella giusta. Ok, ok, può sembrare un ovvietà, ma è così. Bisogna aver la vocazione, ecco. Come per quelli che si sposano. 🙂
    Se è la scelta giusta fa un gran bene, l’eremitaggio.

  10. germogliare ha detto:

    Bene! Condividi che in un “momento” in cui sono molti gli individui con una personalità confusa, del buon eremitaggio potrebbe essere una soluzione per questi, così da schiarirsi e riordinarsi le idee.

  11. gelsobianco ha detto:

    Puoi anche avere un “eremitaggio” stando in mezzo agli altri…
    E’ validissimo, secondo me, riuscire ad estraniarsi da tutto pur non isolandosi, per cercare in sè le vere risposte.
    L’isolamento cambia le prospettive purtroppo!

  12. germogliare ha detto:

    L’ha ribloggato su germogliaree ha commentato:

    Sognavo di poter fare un giorno l’eremita. Ora non mi è più possibile, fisicamente ( le cure per un cancro metastico non lo consigliano). Ma. Mentalmente è un esercizio indiscindidile dal mio essere. Specie ora. Adesso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...