in controluce

Byung Hun Min


Byung Hun Min

Il confine, che rendeva la relazione e il luogo così reciprocamente distanti, da far pensare a una formazione d’indifferenza, era nell’insinuarsi delle atmosfere del giorno; e la notte, sbattevano i rami tra loro, il vento, e si distraeva il sonno.

 

Annunci

Informazioni su germogliare

Io mi ricordo di ieri. Vigorosamente penserò a domani, alla gioia condotta da un giorno nuovo. Io mi nascondo dietro al bianco e nero. Minuziosamente raccoglierò le sfumature dei colori, per farne scorta. L’anamnesi mi appaga e mi strazia.
Questa voce è stata pubblicata in diario, donne, emozioni, fotografia, riflessioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a in controluce

  1. Sara ha detto:

    “e si distraeva il sonno”!
    anche il mio…è capitato qualche volta, il vento, ma non solo, è invadente! 😀
    ciao1

  2. Sara ha detto:

    No, ho solo un pino! 😦

  3. iraida2 ha detto:

    Io ho una vecchia tuja. I suoi rami, nelle notti ventose, sbattono contro le imposte della mia camera. Ma certe notti mi fanno compagnia.

  4. massimobotturi ha detto:

    questa è la casa del buon gusto e della raffinatezza

  5. rodixidor ha detto:

    Tra il sonno e la veglia, la luce ed il buio, si cantano tutte le sfumature del grigio

  6. Gapemotivo ha detto:

    bella musica, bello tutto come sempre
    sorgiva di innovazione e sprint

  7. lillopercaso ha detto:

    Un tempo il vento mi svegliava, di notte, e avevo paura; ma quei brividi mi piacevano!!!
    Forse verrà il momento in cui mi spaventerà e basta. E mi ricorderò il tuo post,
    Mi preparo il futuro con tanto di colonna sonora: poi dicono che non sono previdente!

  8. germogliare ha detto:

    Una folata di vento che spaventa te?! ma vaaaaa. (a me mette malinconia, no paura)
    previdentemente…

  9. lillopercaso ha detto:

    Grazie, è bellissima; Grazie anche perché , rileggendo il mio commento, non capisco più cosa intendevo…
    Mi capita.

  10. parolesenzasuono ha detto:

    e se il vento può a volte mettesse ordine nel disordine dei pensieri?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...