Fino a quando ho la forza per volare

Questo slideshow richiede JavaScript.

Foto. Joel Robison joelrobison.portfoliobox.net

N.B. Passando con il cursore sulle foto, si possono bloccare.

4 aprile, 6:30 am

C’è una possibilità di elevazione afferrando una corda al volo.

Volevo restare da sola, uscii per fare due passi, presi l’ombrello, è utile in caso di pioggia.

Percepivo la sua presenza, sentivo il calore della sua mano, eppure appoggiando la mia testa sulla spalla, oltrepassavo la consistenza di quel corpo, lontano. Il nero si addice al lutto. Il nero è elegante. Sono belle le gambe nude di una donna, anche se tra i ricordi impolverati.

Come le oche, volevo confondermi con loro, unirmi a quelle presenze padroni del territorio con garbatezza.

Rosso, perché quel punto all’orizzonte sia distinguibile all’infinito, pur muovendosi portato dal vento.

“Mostrami la strada”, mi disse. “Ti mando pezzi di mappa, così che tu possa ricomporre il luogo per intero”, gli risposi.

Lascio accesa la luce…fino a che non si consumi.

For ever.

The maple leaf. Welcome  to Canada.

Nel corso del tempo le mie previsioni si sono rivelate giuste, è bastato un piccolo strappo a farmi scoprire una nuova realtà. E aprii gli occhi.

Non c’è motivo di preoccuparsi, le corde sono legate con il doppio nodo, è solido il ramo della fantasia.

Mi sedetti a terra a guardare quel mondo tanto grande di fronte a me, delineato solo da un unico segno di matita, c’era voluta una mano ferma per definire quei dettagli precisi senza cancellature.

Annunci

Informazioni su germogliare

Io mi ricordo di ieri. Vigorosamente penserò a domani, alla gioia condotta da un giorno nuovo. Io mi nascondo dietro al bianco e nero. Minuziosamente raccoglierò le sfumature dei colori, per farne scorta. L’anamnesi mi appaga e mi strazia.
Questa voce è stata pubblicata in diario, emozioni, farfalle, fotografia, germogliare, luce, riflessioni, sorriso, terra, vita e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

41 risposte a Fino a quando ho la forza per volare

  1. AlexG ha detto:

    ti sento ispirata, forse fase 0 è conclusa davvero. si entra nel giorno dei numeri, adesso la poesia può stendersi mollemente tra la gruccia dell’uno e lo sporgere degli altri.
    (la presentaz è troppo veloce)

  2. Insenseofyou ha detto:

    Un unico segno di matita … profondo come i corridoi di una miniera. Un abbraccio.

  3. tramedipensieri ha detto:

    Bellissima presentazione…..testo ed immagini stupende!
    un abbraccio
    buon fine settimana
    .marta

  4. rodixidor ha detto:

    Qui è scoppiata la Primavera. Anche da te ? Penso di si, anche se non climatico conservi il tuo fuso italico 🙂 Keep dreaming.

  5. Riyueren ha detto:

    Semplicemente una meraviglia …con molte altre meraviglie al suo interno.Ti abbraccio.

  6. bakanek0 ha detto:

    E come fa a non piacermi? Volo sulle immagini e sulle tue parole…buon fine settimana, mia cara straniera 🙂

  7. stileminimo ha detto:

    Bello, leggero, profondo. Sei tu. 🙂

  8. massimolegnani ha detto:

    Indubbiamente e’ solido il ramo della tua fantasia.
    E inventa “piccole” cose fuori dall’ordinario
    ml

  9. massimobotturi ha detto:

    germogliare
    rispecchia benissimo ciò che si prova qui dentro

  10. mi è piaciuto tantissimo questo post, complimenti!
    un sorriso

  11. Isaac ha detto:

    detesto dirlo ma : te lo avevo detto! il viaggio fa rinascere!

  12. ventisqueras ha detto:

    avevo già ammirato quelle splendide immagini, in volo per un universo alieno eppure così simile ai sogni
    lieta di averti incontrata averti incontrata

  13. gelsobianco ha detto:

    Nuovi germogli in germogliare!
    C’è una rinascita qui, in questo tuo post, cara A.
    “è solido il ramo della fantasia.”
    E’ solidissimo.
    Le ultime parole mi fanno vedere quei dettagli precisi senza cancellature.
    Una meraviglia. Un volo.
    Non ho parole per le fotografie di Joel Robison.
    Qui tutto è…
    Un abbraccio stretto, cara A.
    Un sorriso
    A

  14. guido mura ha detto:

    Anch’io ho la luce accesa, finché l’energia sussiste, ma non so bene cosa guardare, tra le cose che si vedono, e non so cosa guardano gli altri.

  15. Pannonica ha detto:

    e io che iniziavo a preoccuparmi per te… ma se sei un magma di creatività!!! 🙂

    p.s.: se fossi lì, mi farei di sciroppo d’acero a tutte le ore. ne vado matta!

    • germogliare ha detto:

      un magma incandescente, quello che colando scoppietta e quando si raffredda diventa solidissimo :), e io che mi credevo minestrone.
      ora me lo pappo un po’ di sciroppo d’acero, quello puro al 100%, lo adoro.

  16. penna bianca ha detto:

    E tanto,tanto, coraggio. Ecco quello che ci vuole. (brava. anche per il post)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...