Disgraziatamente gli umani sono imprevedibili. Spesso con le migliori intenzioni causano i danni peggiori *

intimo_adinapugliese

 

1 febbraio, 11:00 a.m.

E venne il tempo di sapere ma nessun possibile elemento avrebbe mai potuto rappresentare un’alterazione a ciò che era già stato. Avvertito. E venne il tempo di sapere ma nulla importava, perché quello che c’era aveva già segnato il tempo, per la vita terrena e l’altra. Ci sono emozioni che marchiano il nostro essere, senza annunciarsi o salutarsi.

2 febbraio, 22:35 p.m.

La montagna dei fiori, lì, fuori da quella finestra.  E tu che parli con quel tono di voce formale e distante. Ogni cosa è distante quando ci allontaniamo dall’essere dell’altro. E. Ti ringrazio per questa distanza, oggi. Proprio oggi, ora che lo sono realmente.

Ci furono giorni infiniti di dolori lancinanti, cupi, come fatti con il bisturi su carne viva, incidendo sottilmente i muscoli per arrivare alle ossa. Hai presente cosa può essere un taglio ripetuto e sottile, su un corpo animato? Quanto vivo fosse, è questo che vorrei descriverti,  ma tu puoi solo immaginarlo, forse.

 

*Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza, Luis Sepúlveda

 

Thomas Feiner & Anywhen ~ For Now

Annunci

Informazioni su germogliare

Io mi ricordo di ieri. Vigorosamente penserò a domani, alla gioia condotta da un giorno nuovo. Io mi nascondo dietro al bianco e nero. Minuziosamente raccoglierò le sfumature dei colori, per farne scorta. L’anamnesi mi appaga e mi strazia.
Questa voce è stata pubblicata in amore, cuore, diario, donne, emozioni, fotografia, libri, luce, pensieri, riflessioni, stupidità, uomini, vita e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Disgraziatamente gli umani sono imprevedibili. Spesso con le migliori intenzioni causano i danni peggiori *

  1. massimobotturi ha detto:

    tu sei toccante, sempre, ed è una cosa che mi fa bene

  2. sherazade ha detto:

    Emozionante. Grazie 💛💙💜
    Sherazade

  3. gelsobianco ha detto:

    “Ci sono emozioni che marchiano il nostro essere, senza annunciarsi o salutarsi.”
    Oh, sì!
    Qui è bello sempre soggiornare e cogliere ogni più piccola briciola di te, con profondità.
    Una carezza lieve, Germoglio, mia cara.
    gb
    Hai scelto una canzone perfetta.
    Quella fotografia parla.

  4. il barman del club ha detto:

    noi possiamo immaginare tutto, ma è soltanto colui che che sente il taglio, la sua carne incisa, il suo dolore mentre l’anima viene ferita, che può parlare, che può soffrire, che può rinascere. Noi possiamo passarle accanto, in silenzio, perché ogni parola potrebbe diventare un urlo. Siamo deboli, siamo forti, e quando non bastano le parole, allora come la neve scende una musica, un immagine, un colore, una carezza… lieve, e poi se ne va, lasciandoci soli, lasciandoci vivi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...