Riflessione, in attesa di essere migliore

image

Louise Bourgeois, Distruzione del padre Ricostruzione del padre

1. All’inizio il mio lavoro è paura di cadere. Più tardi è diventato arte di cadere. Come cadere senza farsi male. Più tardi ancora è arte di stare sospesi, essere duro.

46. Esorcizzare fa bene. Cauterizzare, bruciare per guarire. È come potare gli alberi. La mia arte è questo. Lo so fare bene.

53. Facendoti da parte, riconoscendo che non hai potere, diventi più di te stesso. Ti vengono idee che non avresti mai avuto. Nella mia arte, vivo in un mondo che costruisco con le mie stesse mani. Prendo decisioni. Ho potere. Nel mondo reale, non voglio potere.

image

Ph. Robert Mapplethorpe

Louise Bourgeois (Parigi 1911- New York 2010), scultrice.

Annunci

Informazioni su germogliare

Io mi ricordo di ieri. Vigorosamente penserò a domani, alla gioia condotta da un giorno nuovo. Io mi nascondo dietro al bianco e nero. Minuziosamente raccoglierò le sfumature dei colori, per farne scorta. L’anamnesi mi appaga e mi strazia.
Questa voce è stata pubblicata in arte, cancro, diario, donne, emozioni, filosofia, libri, luce, pensieri, riflessioni, sorriso, terremoto, vita, wikipedia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Riflessione, in attesa di essere migliore

  1. rodixidor ha detto:

    Bello vederti 🙂

  2. iraida2 ha detto:

    Bella che sei!!! Un bacio!

  3. il barman del club ha detto:

    la tua immagine è la consapevolezza che tutto ritorna come prima e l’esperienza, come la vita, si riplasma per un nuovo divenire… Nessuno fermerò il futuro !

  4. germogliare ha detto:

    Oddio, proprio come prima no, spero proprio di no. Un divenire nuovo, questo sì. Non riesco a pensare a lungo termine al futuro, è una cosa astratta. E non necessariamente m’importa. E questo mi rasserena e mi rattrista.

  5. il barman del club ha detto:

    non c’è tristezza nel continuo riproporsi della vita in cui ogni cosa incessantemente non si ferma mai… Se allunghi la mano, ne sentirai sempre un’altra che te la accarezza e te la stringe per accompagnarti sempre più avanti 🙂

    • germogliare ha detto:

      …così dicono (riferito alla mano dell’altro)…ma poi in realtà si è soli con il proprio dolore. Gli altri magari ci sono, magari realmente ti vogliono tendere la mano, ma… Baci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...