Eremita: abitante del deserto

Sognavo di poter fare un giorno l’eremita. Ora non mi è più possibile, fisicamente ( le cure per un cancro metastico non lo consigliano). Ma. Mentalmente è un esercizio indiscindidile dal mio essere. Specie ora. Adesso!

germogliare

Quale deserto è oggi quello in cui abita il nostro desiderio della compagnia nelle relazioni umane. Il deserto terreno di ricerca, dove l’epidermide si sfiora trasmettendosi variazioni di calore; scambiandosi vibrazioni in cui non è esclusivamente nel piacere fisico la destinazione; annusando, inalando odori che identificano l’altro a noi corrisposto e rincorso, per empatia. E questo deserto vitale che io lascio, momentaneamente, solo per poter meglio leggere l’animo umano, il mio e il tuo e il vostro, necessità di solitaria riflessione ciò che mi appartiene, spirito, carne.

Carlo Bevilacqua, Into The Silence. Progetto fotografico sugli eremiti del terzo millennio.

E ti vengo a cercare anche solo per vederti o parlare perché ho bisogno della tua presenza per capire meglio la mia essenza…questo sentimento popolare nasce da meccaniche divine, un rapimento mistico e sensuale mi imprigiona a te. Dovrei cambiare l’oggetto dei miei desideri, non accontentarmi di piccole gioie quotidiane, fare come…

View original post 91 altre parole

Annunci

Informazioni su germogliare

Io mi ricordo di ieri. Vigorosamente penserò a domani, alla gioia condotta da un giorno nuovo. Io mi nascondo dietro al bianco e nero. Minuziosamente raccoglierò le sfumature dei colori, per farne scorta. L’anamnesi mi appaga e mi strazia.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

7 risposte a Eremita: abitante del deserto

  1. Riyueren ha detto:

    Mentalmente, sì.Pure io la penso come te.Ho un’anima nomade (l’ho sempre scritto ovunque) ora posso anche aggiungere “… e solitaria” . E va bene così, anzi, benissimo.Ti abbraccio.

    • germogliare ha detto:

      ..sarà che abbiamo una “certa” età; sarà che ci allontaniamo dalla materia per avvicinarci allo spirito; sarà che… non so, ma di certo ho sempre più bisogno di silenzio. Mi stringo al tuo abbraccio

  2. tramedipensieri ha detto:

    Per me una necessità
    A volte, una fuga

    Un abbraccio
    .marta

  3. il barman del club ha detto:

    ci sono momenti in cui si desidera vivere in un deserto, e altri in una strada affollata, e in ognuno di questi si vive i propri attimi con gioia… senza fermarsi mai ! 🙂
    Ti abbraccio anch’io

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...