Mostrami la cartina*

Mi trovavo come un relitto in mezzo al mare, alla deriva, non riuscivo a trovare l’orizzonte a cui affidare le mie speranze. Erano giorni, settimane e forse mesi anche, non ricordo (da diverso tempo ho problemi con la memoria), quel giorno decisi che avrei spolverato i ricordi e l’amore che mi legava alla pittura.

Ho cazzeggiato per un po’, poi non avendo più scuse ho organizzato il rito della preparazione; controllato i colori (diversi barattoli, buttati, il colore si era solidificato, qualcuno ammuffito e altri con crepe), i pennelli, gli stracci, i contenitori per l’acqua. Le tele bianche, nude. Il tavolo, la postazione ideale per la luce. Il giardino chiamava, il tavolo era lì che mi accoglieva. Un leggero vento faceva smuovere i rami con le foglie della grande quercia. Sì, dopo due anni ho ripreso a sporcarmi con i colori, e ho visto l’orizzonte. Timidamente. Non so se verso l’uno o l’altro.

*Jonathan Safran Foer, Ogni cosa è illuminata

Annunci

Informazioni su germogliare

Io mi ricordo di ieri. Vigorosamente penserò a domani, alla gioia condotta da un giorno nuovo. Io mi nascondo dietro al bianco e nero. Minuziosamente raccoglierò le sfumature dei colori, per farne scorta. L’anamnesi mi appaga e mi strazia.
Questa voce è stata pubblicata in adriatico, arte, cancro, costa dei trabocchi, diario, donne, emozioni, farfalle, foglie, fotografia, germogliare, libri, luce, mare, metafora, pensieri, riflessioni, sorriso, vita e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Mostrami la cartina*

  1. Egle1967 ha detto:

    Ogni cosa e’ illuminata se c’e qualcuno che la coglie . Brava . Sottosopra ! Come sempre siamo noi!

    • germogliare ha detto:

      Bella donna, ci vuole fatica per volersi un po’ bene, noi non siamo abituate, non siamo state viziate a far questo dalla vita. Quindi ci invendiamo questo Mondo Sottosopra. Stammibene

  2. Astralla ha detto:

    Non ti è sembrato un po di rinascere?

  3. lapodelapis ha detto:

    dipingere il mondo, raccontarlo, farselo nostro. di nuovo.

  4. L. ha detto:

    Ben fatto, non c’è nulla di meglio, a volte, che riallacciare un dialogo con sé stessi, rincorrersi, ripercorrersi.

  5. tramedipensieri ha detto:

    Ahhhhh….che liberazione ….. 😊
    Molto, molto bello tutto ciò è i dipinti fantastici!

  6. libera.mente ha detto:

    Il panorama di mondo a testa in giù mi piace!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...