Memorie di un passaggio in una casa di via Pontida

via_pontida_ph.a.p (2).JPG

Interno di Via Pontida

19 maggio, 09:31 a.m., Via Pontida, Milano

I miei occhi l’hanno vista così, quella casa vissuta da tante storie da poterne scrivere pagine e pagine che non basterebbe “Le mille e una notte” per contenerle tutte. Pochi scatti, ripetuti scatti. Non avevo tempo.  Il tempo che non aveva più neanche quella casa per essere abitata da chi l’aveva incollata a strati sulla sua pelle, prosperata nel suo cuore e maturata tra gli accatasti della vita.

Accolta, la mattina presto, assonnata dopo un lungo viaggio, stanca, molto stanca. Salgo al secondo piano ed entro nel mondo delle favole con lei che mi apre la porta. Ridiamo felici nell’abbracciarci. Le streghette si riconoscono sempre. Lì. Le finestre aperte, il sole, i tanti profumi di spezie, di buono, cos’altro non saprei. I colori, le cianfrusaglie, in un apparente disordine ordinato. La tristezza degli scatoloni che nascondevano il contenuto allo sguardo curioso.

Animatamente si mette a preparare la colazione e poi il pranzo, l’ape operaia (dimentica d’essere, ape regina). Ed io che giro per quelle stanze cercando di non spostare l’aria, inseguendo l’essenza del luogo e tenerla per me sola.

Nuovi spazi ci aspettano e non sappiamo dove. Non abbiamo mai cercato accorciatoie. Ma. Sappiamo sorridere anche con due bicchieri di buon vino rosso e una cena frugale, e poi ridere fino a sentirci male per una caduta accidentale dal “palcoscenico” della vita (o chiamasi soppalco).

Ce la faremo anche questa volta. Merda merda merda!!!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Informazioni su germogliare

Io mi ricordo di ieri. Vigorosamente penserò a domani, alla gioia condotta da un giorno nuovo. Io mi nascondo dietro al bianco e nero. Minuziosamente raccoglierò le sfumature dei colori, per farne scorta. L’anamnesi mi appaga e mi strazia.
Questa voce è stata pubblicata in amicizia, arte, attualità, cuore, diario, donne, emozioni, ennio flaiano, fotografia, germogliare, luce, pensieri, riflessioni, sorriso, terremoto, umanità, Uncategorized, vita e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Memorie di un passaggio in una casa di via Pontida

  1. tramedipensieri ha detto:

    Belle memorie, tenute con attenzione e cura. Un tempo dilatato….che respira
    Stupendi scatti

    Ciao
    .marta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...